Sei architetto, ingegnere, costruttore, impiantista?

Scopri i vantaggi di lavorare con il CAD BIM

Cosa offriamo

LICENZE AUTODESK

Palo Alto è rivenditore Autodesk tramite NKE – Autodesk Platinum Partner. Acquista le tue licenze da noi e approfitta della consulenza di esperti del settore.

BIM4WORK

Diventa Specialista BIM ed apri le porte al futuro!
BIM Manager
BIM Specialist
BIM Coordinator
Prossimi corsi previsti per gennaio 2019

OFFERTA FORMATIVA

Il BIM è un metodo di lavoro che si sta imponendo. Formati per essere pronto quando te lo richiederanno!
Corsi online, onsite personalizzati, project coaching

ACCOMPAGNAMENTO

Vuoi adottare il metodo BIM? Fatti accompagnare dai maggiori esperti di settore

PERCHÉ NON PUOI PIÙ IGNORARE IL BUILDING INFORMATION MODELING (BIM)?

Mentre alcuni architetti e progettisti aspettano che il BIM diventi lo standard del settore prima di adottarlo, governi e committenti hanno già compreso le opportunità offerte e ne richiedono sempre più l’impiego, fiduciosi che questo strumento innovativo apporti un netto miglioramento nei processi di progettazione, costruzione e gestione nonché una riduzione dei costi.

La Direttiva 2014/24/EU dell’Unione Europea ha introdotto alcune linee guida sull’utilizzo del sistema BIM nella progettazione e realizzazione delle opere pubbliche. Lo Stato all’avanguardia risulta essere i Paesi Bassi, con il 51% dei progettisti che già utilizza il BIM, seguito dal Regno Unito (33%) dove, a partire dal 2016, qualsiasi fornitore che desideri concorrere a gare pubbliche deve possedere strumenti, tecniche e figure adeguate, come un BIM manager nel team. Anche in Italia dal 2019 sarà obbligatorio l’uso del BIM per le grandi opere e dal 2022 l’obbligatorietà ricadrà su praticamente tutti progetti di costruzione.

La Svizzera non impone nessun obbligo d’utilizzo, ma con il quaderno tecnico SIA 2051 – BIM, la Società Svizzera degli Ingegneri e degli Architetti stila un importante testo utile alla comprensione di questo nuovo metodo.

Vuoi maggiori informazioni?

in collaborazione con

ESEMPI DI APPLICAZIONE DEL BIM

Il BIM in architettura e ingegneria

Sul fronte della progettazione e delle attività di cantiere, il modello BIM è più di un semplice CAD 3D o di un insieme di software, il BIM è una metodologia di lavoro che gestisce un flusso di informazioni organizzate e strutturate.

Se la tecnologia CAD permette l’elaborazione di un progetto attraverso disegni in 2D o 3D, il BIM aggiunge alle informazioni visive il dettaglio delle funzionalità e delle prestazioni di ogni oggetto inserito nel progetto. Con il Building Information Modeling è possibile modellare in formato digitale ogni singolo elemento dell’infrastruttura. Mettendo in relazione gli oggetti presenti nel lavoro e non considerandoli come entità isolate, il Building Information Modeling consente di realizzare analisi prima impossibili, come quella delle interferenze, e di unire mondi prima inconciliabili come quello della progettazione architettonica, impiantistica e strutturale.

Questo, oltre a consentire una inedita e proficua collaborazione tra professioni e competenze diverse, permette di evidenziare punti critici del progetto e affrontarli prima che si possano trasformare in “costosi” problemi da risolvere. Potendo integrare anche le informazioni relative ai costi e alle tempistiche, il capitolato è integrato nel progetto e aggiornato in tempo reale.

Il BIM nella gestione dei progetti di costruzione

Il BIM segna una vera e propria svolta metodologica nell’approccio al progetto. Affiancando il cantiere e l’impresa di costruzione con il continuo aggiornamento delle informazioni di dati e metadati contenuti nel modello stesso, riduce i problemi legati alle interferenze e alle varianti in corso d’opera. Grazie al BIM l’impresa ha il controllo costante dei tempi di realizzazione e dell’avanzamento economico dei lavori svolti.
Una volta concluso l’edificio, la committenza entra in possesso della modellazione tridimensionale informatizzata e si ritrova ad avere uno strumento utile per il Facility Management e per la manutenzione dell’edificio nonché per futuri interventi di riqualificazione.

Il BIM nella gestione immobiliare

Grazie al BIM i facility manager possono pianificare meglio le attività di manutenzione e prendere decisioni informate sui lavori di riparazione, riducendo così le spese di gestione. Con il modello BIM, l’immobiliare o la fiduciaria che gestisce un edificio, ha a disposizione informazioni aggiornate e dettagliate sulla struttura: non solo dati architettonici e strutturali, ma anche modelli di coordinamento 4D, modelli di fabbricazione, codici seriali, garanzie, dati operativi, cronologia di manutenzione dei singoli componenti e così via. I dati BIM possono essere utilizzati per analizzare l’efficienza energetica e convalidare le prestazioni dei singoli sistemi, segnalare le discrepanze e valutare l’impatto di eventuali modifiche proposte per migliorare le prestazioni.
Il BIM fornisce agli amministratori delle strutture informazioni utili per pianificare e gestire situazioni di emergenza.
A livello promozionale il progetto BIM può essere mostrato in realtà virtuale ai possibili acquirenti.

Pin It on Pinterest

Share This